dadaismo sfondo

Dadaismo

Il Dadaismo è un movimento artistico che nasce in Svizzera, a Zurigo, nel 1916. La situazione storica in cui il movimento ha origine è quello della Prima Guerra Mondiale, con un gruppo di intellettuali europei che si rifugiano in Svizzera per sfuggire alla guerra.

Come nei futuristi anche negli artisti appartenenti alla corrente del Dadaismo vi è l’intento di stupire con manifestazioni inusuali e provocatorie, così da proporre un’arte nuova ed originale. Ed in effetti i due movimenti, futurismo e dadaismo, hanno diversi punti comuni, ma anche qualche punto di notevole differenza.

Il movimento, dopo il suo esordio a Zurigo, si diffonde ben presto in Europa, soprattutto in Germania e quindi a Parigi. Benché il dadaismo è un movimento ben circoscritto e definito in area europea, vi è la tendenza di far ricadere nel medesimo ambito anche alcune esperienze artistiche che, negli stessi anni, ebbero luogo a New York negli Stati Uniti.

Ma la vita del movimento è abbastanza breve. Del resto non poteva essere diversamente. La funzione principale del dadaismo era quello di distruggere una concezione oramai vecchia dell’arte. Quando il dadaismo scomparve e nacque il surrealismo.

Caratteristiche
  • Il Dadaismo è un movimento artistico contrario alla guerra. Assume quindi un atteggiamento diverso rispetto ai futuristi, ad essa favorevoli.
  • Anche il Dadaismo utilizza manifesti per portare avanti la sua manifestazione a difesa dei propri ideali.
  • La parola “Dada”, che identificò il movimento, non significava assolutamente nulla, e già in ciò vi è una prima caratteristica del movimento: quella di rifiutare ogni atteggiamento razionalistico.

Schiaccia qui per accedere alla descrizione dei quadri